Occhio all’hashtag. Scegli quelli giusti!

Per ogni post di Instagram è possibile aggiungere fino a 30 hashtag.
Ma tra le tantissime possibilità, come scegliere il giusto mix di hashtag per ottenere il massimo della visibilità possibile?
Riportiamo una strategia piuttosto semplice consigliata da Jenn Herman, social media trainer.

Innanzitutto è necessario andare a verificare, tramite la ricerca su Instagram, quanti post sono associati a ciascuno dei termini che si vorrebbero utilizzare, e combinare hashtag di queste quattro categorie:

  • 5-7 hashtag estremamente popolari: sono quelli che hanno tra i 100.000 e i 500.000 post associati. Il post apparirà nelle ricerche per alcuni secondi o minuti, portando però un immediato boom di attività.
    Hashtag con oltre 500.000 sono fin troppo popolari e l’uso ne è sconsigliato perché potrebbero attirare bot e in ogni caso il contenuto scompare dalla ricerca nel giro di pochissimi secondi dalla pubblicazione.
  • 5-7 hashtag moderatamente popolari: quelli che hanno tra i 10.000 e i 100.000 post associati. Mantengono il post nei risultati di ricerca per ore, lasciando intendere a Instagram che si tratta di contenuti con un’alta durata di vita.
  • 3-4 hashtag di nicchia, che hanno meno di 10.000 post associati. Essendo molto specifici e estremamente rilevanti per il proprio target, ci sono buone probabilità che il post si posizioni ai primi posti tra i risultati.
  • 1-3 hashtag del brand, specifici per il marchio o per la campagna in questione.

Con questa combinazione si possono identificare tra i 15 e i 20 hashtag, la cui combinazione dovrebbe massimizzare il rendimento del post e contribuire al raggiungimento del target a cui ci si rivolge. Tutti gli hashtag, oltre che rilevanti, dovrebbero essere inerenti al contenuto del post, o del marchio, o ancora del settore di cui ci si occupa. In questo senso, si possono suddividere in: 

  • Hashtag di contenuto: si riferiscono agli oggetti contenuti nel post.
  • Hashtag di settore: si riferiscono non necessariamente al contenuto del post, ma al settore del business.
  • Hashtag di nicchia: sono altamente specifici per il target che si vuole raggiungere.
  • Hashtag del marchio: usati da azienda e clienti per identificare i contenuti del brand.

Infine, ecco un paio di suggerimenti per individuare gli hashtag più adatti:

  • guardare i termini correlati suggeriti da Instagram nei risultati di ricerca
  • ovviamente, osservare gli hashtag usati dai competitors ;)

Insomma, a noi sembra una strategia molto interessante.
E voi, cosa ne pensate?

[fonte]