Pagine ottimizzate per i motori di ricerca, quali le caratteristiche principali? Progettare una pagina web e strutturarla appositamente per essere letta positivamente dal motore di ricerca significa seguire degli standard e delle procedure che porteranno a migliorare progressivamente quella che è la “scalata” verso la prima pagina di

approfondisci Pagine ottimizzate per i motori di ricerca, quali le caratteristiche principali?

Siete qui: Home » Pagine ottimizzate per i...


Le strategie di posizionamento sui motori di ricerca, conosciute tra gli addetti ai lavori come SEO (Search Engine Optimization), comprendono tutte quelle azioni che hanno come scopo specifico quello di migliorare il posizionamento di un sito nelle SERP ovvero, più semplicemente, le pagine dei risultati di ricerca non a pagamento di Google che compaiono tutte le volte che un utente digita un termine di ricerca. 
Progettare una pagina web e strutturarla appositamente per essere letta positivamente dal motore di ricerca significa seguire degli standard e delle procedure che porteranno a migliorare progressivamente quella che è la “scalata” verso la prima pagina di Google. 

Vediamo insieme alcuni di questi standard fondamentali:

Le chiavi di ricerca o keywords
Ogni pagina andrebbe ottimizzata per un argomento o meglio ancora per una specifica chiave di ricerca. La chiave di ricerca va inserita nel contenuto della pagina con un ordine sensato ma prima di tutto va analizzata tramite appositi strumenti (Adwords Keyword tool e Google trend sono solo due degli esempi), in termini di numero di ricerche e livello di competitività.

Il title 
Mai lasciare il title della pagina in bianco, è uno degli elementi fondamentali dell’ottimizzazione di una pagina. Il titolo va compilato ed è opportuno che contenga la chiave di ricerca per cui abbiamo deciso di posizionarci.

Ottimizzare il numero di caratteri
I titoli particolarmente lunghi non sono molto amati dai motori di ricerca, dopo una certa lunghezza vengono tagliati in automatico e vanno a influire su quello che è il valore della chiave. Utilizzare un limite massimo di 70 caratteri, tenendo sempre un numero di parole ridotto per quanto possibile, è ideale. 

Evidenziare le chiavi rilevanti nel corpo del testo
É buona prassi coordinare quello che è il title con il corpo della pagina. La chiave che abbiamo deciso di posizionare va inserita in entrambi i campi ma, se nel title siamo “limitati” nel numero di caratteri, nel testo della pagina abbiamo molto più spazio ed è qui che dobbiamo prestare una maggiore attenzione. Un uso insensato della chiave potrebbe portare i risultati opposti con le relative penalizzazioni, ricordiamo sempre che gli “spider” di Google, ossia i sistemi automatici che analizzano e scansionano i siti, sono molto “intelligenti”. 

Titoli diversi per pagine diverse
I siti ottimizzati in ottica SEO non presentano mai lo stesso contenuto su più pagine. Allo stesso modo non devono mai esistere pagine diverse con lo stesso title, questo comporterà difficoltà di indicizzazione e penalizzazioni sicure. 


Ottimizzare un sito per i motori di ricerca è un processo molto lungo e complesso, quelli che abbiamo evidenziato sono alcuni dei passaggi fondamentali, ricordiamo che un sito ben ottimizzato ci permette di ottenere grande visibilità, riducendo quelle che sono le spese pubblicitarie Adwords.
Continua a seguire il nostro blog per rimanere aggiornato su tutte le novità in tema di social, web, campagne pubblicitarie e molto altro. 




https://www.principiadv.com/site/template/principiadv /
// www.principiadv.com / /
#FF0400
loading